Obbligo contributivo

L'assicurazione AVS deve essere garantita anche dopo il pensionamento. Pertanto è opportuno informarsi in anticipo riguardo agli effetti per l'AVS.

Con il pensionamento è possibile che l'obbligo di versamento dei contributi AVS rimanga invariato. In caso di mancato adempimento, si possono verificare lacune assicurative e una riduzione della rendita di vecchiaia. Devono essere versati contributi all'AVS anche dopo il pensionamento nei seguenti casi:

Pensionamento prima dell'età ordinaria di pensionamento

In caso di pensionamento anticipato, l'obbligo di versamento dei contributi in Svizzera permane fino al raggiungimento dell'età ordinaria di pensionamento (per le donne 64 anni e per gli uomini 65 anni). L'assicurato è responsabile della presentazione della relativa domanda alla cassa di compensazione. Ulteriori informazioni sono riportate nella rubrica  Nessuna attività lucrativa.

Lavorare in età pensionabile

Le persone che continuano a svolgere un'attività lucrativa anche dopo il raggiungimento dell'età di pensionamento devono continuare a versare contributi all'AVS, mentre sono esonerati dall'obbligo di contribuzione all'assicurazione contro la disoccupazione AD. Inoltre è prevista una quota esente di CHF 1'400 al mese o CHF 16'800 l'anno sul rispettivo reddito. Ciò significa che fino al suddetto limite i contributi AVS non sono da pagare.

Nel seguito è riportata una raccolta di opuscoli per le diverse situazioni di vita.

Ultima modifica 09.06.2016

Inizio pagina

https://www.eak.admin.ch/content/eak/it/home/dokumentation/pensionierung/beitragspflicht.html