Maternità

Le madri lavoratrici hanno diritto all’indennità di maternità (IMat) per le prime 14 settimane, vale a dire 98 giorni dopo la nascita del figlio. L’indennità di maternità ammonta all’80% del reddito da attività lucrativa che la madre ha percepito immediatamente prima del parto, tuttavia non oltre CHF 196 al giorno.

Quando sussiste il diritto all’indennità di maternità?

Alla nascita del figlio la madre ha diritto all’indennità di maternità se

  • è una lavoratrice salariata o
  • una lavoratriceindipendente; oppure
  • collabora all’interno della ditta del coniuge, della famiglia o del partner convivente e riceve un salario in contanti; oppure
  • è disoccupata e riscuote già un'indennità giornaliera di assicurazione contro la disoccupazione o presenta un sufficiente periodo di contributi ai sensi della legge sulla disoccupazione; oppure
  • è invalida al lavoro a causa di malattia, infortunio o invalidità e pertanto percepisce prestazioni di previdenza sociale o assicurazione privata, se calcolate su un precedente salario; oppure
  • intrattiene un rapporto di lavoro valido, senza tuttavia percepire salario o diaria poiché il diritto è esaurito.

Se viene ripresa l’attività lucrativa prima dello scadere dei 98 giorni, il diritto si estingue il primo giorno di lavoro.

Qual è la procedura di richiesta dell’indennità di maternità?

Si deve compilare la richiesta di indennità di maternità e consegnarla al datore di lavoro attuale o, in caso di disoccupazione, all’ultimo datore di lavoro, affinché compili la Parte B del modulo e inoltri la richiesta alla rispettiva cassa di compensazione. Se durante il congedo di maternità si continua a percepire il salario, l’indennità di maternità viene sostanzialmente trasferita al datore di lavoro. In assenza di una continuazione del pagamento del salario, l’indennità di maternità viene immediatamente versata mensilmente direttamente alla lavoratrice.

È impiegata presso più datori di lavoro?

Se prima del parto la lavoratrice ha esercitato più attività lucrative, è comunque competente una cassa di compensazione (possibilità di scelta). La richiesta deve essere presentata a una sola cassa di compensazione corredata del “Foglio integrativo”. Se la lavoratrice dipendente svolge anche attività indipendente, è di norma competente la cassa di compensazione presso cui vengono versati i contributi.

È impiegata nel cantone di Ginevra?

Se al momento del parto la lavoratrice era impiegata nel cantone di Ginevra, per le prime 16 settimane dopo la nascita del figlio ha diritto a un’indennità di maternità integrativa. L’indennità di maternità ammonta all’80% del reddito medio da attività lucrativa che la madre ha percepito immediatamente prima del parto, tuttavia con un minimo di CHF 62 e un massimo di CHF 329,60 al giorno. L’indennità di maternità federale viene conformemente integrata. Per l'affermazione dell’indennità di maternità cantonale non è necessario presentare una domanda separata. Nella Parte B della domanda ordinaria deve essere tuttavia indicato il cantone di lavoro.

Il neonato deve rimanere più a lungo in ospedale?

Se dopo la nascita il figlio deve rimanere in ospedale per almeno 3 settimane, è possibile differire il diritto all'indennità. Il rinvio termina al più tardi con il ritorno a casa del neonato o alla data del suo decesso.

Calcolo IMat online

Calcoli il suo diritto qui.

Ultima modifica 11.02.2019

Inizio pagina

https://www.eak.admin.ch/content/eak/it/home/dokumentation/arbeitsunterbruch_keine_erwerbstaetigkeit/mutterschaft.html